Belen triste a Venezia

0
550
(KIKA) - VENEZIA - Avrebbe dovuto essere il red carpet di Amy Adams e invece a prendersi la scena è stata la showgirl argentina Belen Rodriguez. D'altronde, sul tappeto rosso di Arrival, il nuovo film diretto dal regista canadese Denis Villeneuve, la Rodriguez è riuscita a mettere in mostra tutta la sua bellezza: merito del lungo abito rosa con strascico che ha indossato ma merito anche delle sue curve mozzafiato e di una scollatura davvero mozzafiato.GUARDA LE FOTO[galleria]Sul red carpet del film in concorso alla 73esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia era presente anche l'altro protagonista della pellicola, Jeremy Renner.GUARDA ANCHE: Venezia 73, Belen Rodriguez sbarca al LidoVENEZIA 73: 5 COSE DA SAPERE SULLA MADRINA SONIA BERGAMASCO[video mp4=http://www.kikapress.com/kikavideo/mp4/kikavideo_194349.mp4 id=194349]

“Venezia è anche un sogno, di quelli che puoi comperare, però non ti puoi risvegliare con l’acqua alla gola, e un dolore a livello del mare”, cantava Francesco Guccini in “Venezia”. Oggi quelle stesse parole sembrano riecheggiare negli occhi color cerbiatto di Belen Rodríguez. La bella argentina, invitata per il secondo anno consecutiva alla Mostra del Cinema, non per meriti ”artistici”, non in nome della settima arte, ma per ottemperare al suo ruolo di “presenzialista”, arriva con uno sguardo malinconico. Il motivo è semplice, e non è solo da imputare al clamoroso ritardo dovuto alla preparazione del trucco e parrucco per renderla perfetta, prima della proiezione del film in concorso “The Light Between Oceans”. La nostalgia opprime il suo cuore e porta un nome: Stefano De Martino. Non è stato solo l’incidente al Festival a renderla scura in volto. Invitata gentilmente dall’organizzazione, visto che ha fatto il suo ingresso quando oramai i due protagonisti Michael Fassbender e Alicia Vikander si trovavano già sul tappeto rosso, ad abbandonare la scena e a ripresentarsi per il film successivo, “Arrival”. Dopo le star del film non passa più nemmeno il papa. Figuriamoci chi viene dalla televisione! Nessun “Scusi, ma lei non sa chi sono io”, le risposte sono secche: “Signora si sposti, il red carpet chiuso”.
[L’articolo completo su EVA3000 n°39]
di Paola Medori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here