Royal baby con polemiche!

0
310

Grande festa a palazzo per la nascita di Charlotte, ma noi scommettiamo che il mondo la chiamerà principessa Diana.

di Sonia Russo

 

Sua altezza reale principessa Charlotte Elizabeth Diana di Cambridge: si legge così sulla registrazione di nascita della royal girl, nata lo scorso 2 maggio all’Ospedale St. Mary di Londra. Il parto di Kate Middleton era previsto il 25 aprile ma, come nel caso del primogenito George, nato due anni fa, anche questa volta i duchi di Cambridge hanno dovuto attendere oltre le aspettative per conoscere la bambina reale. La piccola è nata di 3,7 chilogrammi e per ufficializzare l’atto di nascita ha ricevuto in pompa magna un funzionario del registro anagrafe di Westminster in casa propria, a Kensington Palace, con l’intento di verbalizzare tutti i documenti necessari. Ma, si sa, nascere in una famiglia importante come la sua non la rende certo immune dalle critiche e dalle polemiche più disparate. E infatti la nascita della principessina ha scatenato i tabloid di mezzo mondo.

Le prime critiche rivolte a William e Kate sono relative ai nomi della bambina: Charlotte sarebbe un tributo al nonno Charles, Carlo d’Inghilterra; Elizabeth, ovviamente, richiama la regina Elisabetta II, e infine Diana in onore della defunta Lady D. L’accusa ritiene che il nome della Principessa del Galles sarebbe dovuto essere quantomeno il secondo e non invece l’ultimo, quello cioè che nessuno mai pronuncerà.

Questa, in realtà, è solo la più piccola delle polemiche sorte. La duchessa di Cambridge ha infatti sorpreso tutti lasciando l’ospedale dopo neanche 24 ore dal parto dando via libera alle teorie più disparate. E, mentre la ginecologa Olga Perovskaya dalle colonne di un giornale russo ha definito ‘atto eroico’ la scelta della duchessa invitando però le donne a non seguire il suo esempio, si sono fatte strada ipotesi cospiratorie di ogni tipo.

C’è chi parla di “fake”, dichiarando che in realtà la bambina sarebbe nata almeno tre giorni prima rispetto alla data ufficiale. E c’è persino chi tira in ballo teorie complottiste ben più corpose: secondo alcuni tabloid russi, infatti, per avere il secondo figlio Kate e William si sarebbero rivolti ad una madre surrogata e la Middleton avrebbe indossato per tutti questi mesi una pancia finta.

A finire sotto processo, infine, è stato anche l’aspetto roseo di mamma Kate che, uscita dall’ospedale, si mostrava in splendide condizioni, radiosa e bella come sempre. L’arcano, però, è stato presto svelato dai media inglesi che, in accordo con la diretta interessata, hanno fatto sapere che un intero team di esperti della bellezza, tra i quali spicca la hair-dresser Amanda Cook Tucker, si è preso cura della duchessa in ospedale prima che affrontasse i flash impetuosi dei paparazzi. E del resto come darle torto? A nessuna donna piacerebbe essere fotografata con il viso gonfio, l’aspetto sfatto e i capelli scompigliati, vi pare?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here