Telenorba e il “Buon Pomeriggio” diventa Estate

0
47

Quando Antonio Azzalini, ex dirigente Rai e ora direttore di Telenorba, è arrivato alla guida dell’emittente pugliese ha capito che nel palinsesto serviva subito un contenitore di informazione, spettacolo, intrattenimento che strizzasse l’occhio anche ai problemi e alle tematiche del sud.

Nasce così nel novembre dello scorso anno “Buon Pomeriggio”, condotto da Michele Cucuzza (chi meglio di lui per un talk pomeridiano?) e la simpatica e brava Mary De Gennaro, tipica bellezza pugliese, volto già noto della rete e conduttrice di Magazine, un rotocalco domenicale per La 7.

Il programma accompagna i telespettatori nelle ore centrali del pomeriggio e settimana dopo settimana conquista il pubblico di tutta Italia.

Rubriche di approfondimento curate da abili esperti come il giornalista Pino Aprile, il press agent Angelo Perrone con la sua

“Amiche mai”, in cui punta il dito sulle rivalità nel mondo dello spettacolo, un cuoco stellato, o non, al giorno che suggerisce i piatti non solo della tradizione pugliese ed un omaggio a chi si e’ sposato in passato. Ecco gli ingredienti vincenti della trasmissione.

E ciliegina sulla torta gli ospiti che si sono alternati negli studi di Conversano dell’ingegnere Montrone che 40 anni fa fondo’ la rete, da Maria Grazia Cucinotta a Lino Banfi, da Gigi D’Alessio a Claudio Lippi, da Rosanna Cancellieri a Cristiano Malgioglio, Manila Nazzaro e tanti altri.

Ed e’ cosi che il direttore ha deciso di prolungare la messa in onda, cambiando il titolo in “Buon Pomeriggio Estate” e mettendo alla conduzione Stefania Orlando con il maestro Stefano Palatresi lasciando però invariata la fascia oraria e le rubriche di Perrone, i cuochi e l’angolo dedicato agli sposi.

Autori del programma Diego Baudini e Roberto Avvignano.

La trasmissione è disponibile su Telenorba (canale 10), TgNorba24 (canale 180 del digitale terrestre e 510 di Sky), e in streaming sul sito Norbaonline.it.

Ecco che Stefania presa l’eredità di Mary e Michele, sta portando avanti per metà estate un programma frizzante allegro e sopratutto molto seguito, sia dai telespettatori che dai concorrenti Mediaset e Rai a cui già dallo scorso inverno, “Buon Pomeriggio” ha rosicchiato ascolti. Ecco cosa ci ha raccontato l’attuale padrona di casa.

–  Finalmente un programma dove conduci da sola. Come stai vivendo questa esperienza?

Con lo stesso entusiasmo di una persona alla quale magari hanno proposto Sanremo. E’ un’esperienza che aspettavo da tanto tempo. Sono felice che mi abbiano dato questa opportunità, questa fiducia. Si tratta di un programma di tre ore con tanti argomenti, uno più interessante dell’altro. Un ruolo di responsabilità. Ed avere tanti ospiti e gestirli tutti è senz’altro una responsabilità. Ci vuole tanto coraggio anche. Il maestro Palatresi cura la parte musicale ma poi tutto il resto chiaramente spetta a me, coadiuvata per fortuna da autori bravissimi come Dario Baudini e Roberto Avvignano.

 

  • I tuoi genitori sono pugliesi, quindi amerai la Puglia. Cosa in particolare?

Beh si. La Puglia va amata anche non da pugliese. E’ una terra bella, solare e accogliente. Poi c’è un cibo fantastico e un mare meraviglioso, dal Gargano fino al Salento, e anche l’entroterra è molto interessante. Per esempio io mi trovo a Conversano che non è sul mare ma ha un’architettura molto bella, e tutto è ben curato. Inutile dirti che io mi sento a casa perché il mio sangue è pugliese, però credo che chiunque si possa trovare un pò a casa grazie all’atmosfera che si respira qui.

 

  • Tu sei presentatrice, cantante, attrice… Cosa ti piacerebbe ancora fare, o sei contenta così?

Io sono contenta così. Diciamo che con questa trasmissione corono un pò il mio sogno, perché dicevo sempre che prima di invecchiare avrei voluto avere questa possibilità e devo dire che Antonio Azzalini, direttore di Telenorba me l’ha data, e di questo gli sarò sempre grata, perché è stato sicuramente un azzardo, però spero di essere riuscita a non deluderlo. In studio cerco di essere un pò come sono a casa. E’ nel mio carattere essere una persona accogliente e molto aggregante.

 

  • Quindi com’è cambiata Stefania dai tempi dei calendari hot e dalle provocazioni musicali a oggi?

Non è cambiata. Diciamo che ho io ho tante sfaccettature, come spero e credo le abbia ognuno di noi, altrimenti saremmo tutti molto noiosi. Quando sono sul palco con la mia band sono in un modo, quando conduco una trasmissione sono in un altro. Questo è normale. Anche nella vita lo facciamo. Il calendario l’ho fatto in un momento in cui si poteva fare. E’ chiaro che oggi alla mia età non lo farei, ma per una questione di pudore e di maturità. Forse mi sono omologata ma non ci trovo niente di male nell’aver fatto determinate foto. Non rinnego nulla.

 

  • Fra le tue colleghe chi stimi di più?

Raffaella Carrà rimane il mito di noi tutti. Mi piace molto la conduzione di Mara Venier, Simona Ventura, Milly Carlucci, tutte donne completamente diverse, però non mi rifaccio a nessuna, nel senso che credo sia molto importante in questo lavoro avere una propria personalità.

 

–  So che hai una tua band. Che impegni ti aspettano questa estate?

Beh si, io d’estate non posso farne a meno. Abbiamo qualche serata in giro per l’Italia. La musica è entrata nella mia vita in un momento in cui la televisione mi ha un pò abbandonata. Grazie alla musica ho conosciuto anche il mio compagno. Credo sia tutto un pò scritto. Non abbandonerò la musica. E’ la mia valvola di sfogo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa guerra è guerra
Articolo successivoL’altra faccia di Laurenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here