Una delle primissime cose che le coppie scelgono, è lo stile del matrimonio che desiderano per quel giorno. Fino a qualche anno fa, il matrimonio era esclusivamente di tipo classico, matrimonio in chiesa e ricevimento al ristorante insieme ai propri parenti. Oggi gli sposi hanno invece diverse possibilità e, scelgono tra stili diversi, quello per il giorno delle loro nozze. Qual è la scelta?

MATRIMONIO CLASSICO

Il matrimonio classico è quello tradizionale, romantico, per intenderci quello dei film. E’ ovviamente tra i più sognati e scelti e per questo consiglio un tipo di abito ben preciso. Elegante, romantico, con volumi giusti e tessuti preziosi come pizzi e ricami, così non si può sbagliare mai. Per la favola infatti l’abito romantico è un must, ma non è detto che la sposa romantica debba per forza sembrare la principessa dei cartoni animati. Può essere romantico anche un abito stretto con uno strascico importante o con una doppia coda finalizzata a proporzionare il tutto. Addirittura anche un abito assolutamente pulito, senza ricami e pizzi, può essere adatto allo stesso modo se della giusta ampiezza. Dove non transigo invece, è sul velo. E’ per me fondamentale e va proporzionato alle dimensioni dell’abito ed agli spazi in chiesa.

MATRIMONIO MINIMAL 

Il matrimonio minimal è più austero e metropolitano, è improntato all’essenzialità. L’abito deve seguire questo stile, quindi è preferibile avere semplicità nelle linee e pulizia nella scelta dei tessuti ma con dettagli che fanno la differenza, una bella scollatura o particolari ricamati, renderanno ricercato anche l’abito più essenziale. Quando l’abito è semplice, i dettagli infatti sono fondamentali affinché la scelta non sembri troppo banale, ed in questo anche un bel velo di pizzo che incornicia le linee rigorose dell’abito durante la funzione, si intona perfettamente ed aiuta a valorizzare il look della sposa.

MATRIMONIO COUNTRY 

è molto in voga e raggruppa diverse variazioni sul tema: country, shabby, boho-chic, in spiaggia. Sono nozze informali che mantengono comunque un’anima romantica e che hanno tutte in comune, di base, un’atmosfera leggera.Anche la stessa festa sarà poco statica rispetto alle precedenti tipologie. La scelta dell’abito perciò dovrà tenere conto proprio di questo: evitiamo abiti che impacciano i movimenti, con mille strati di tulle, o troppo rigidi come la sirena o tessuti troppo strutturati. Al posto del mikado sceglieremo la georgette, lo chiffon, il tulle ed i volumi preferibilmente semi ampi daranno possibilità di muoversi liberamente in ambienti diversi dal ristorante classico. Adattissimi in questo tipo di abito i pizzi vintage e la ricerca di dettagli come nappine in tono o scialli con frange.

MATRIMONIO GLAMOUR 

Ultimo tipo di matrimonio è quello glamour, in cui il focus principale è la festa con gli amici. Sono sempre più di moda e spesso il rito si tiene nella stessa location del ricevimento ed è improntato alla condivisione del momento, all’allegria, alla festa con gli amici più che alle foto coi parenti. Fate attenzione a non scegliere abiti troppo somiglianti agli abiti da sera che potrebbero indossare le vostre ospiti perché la sposa non deve mai rischiare di essere confusa per una di loro. In questo caso consiglio spesso abiti trasformabili o il cambio d’abito: permette di avere il famoso effetto wow e sarete più libere nella scelta, avendo la possibilità di avere un abito più formale per la funzione ed un altro per il dopo, magari con lunghezze ed ampiezze più adatte ai balli sfrenati con gli amici e scollature e spacchi più profondi per le più estroverse. Quindi sì a sirene estremamente femminili in chiesa che si trasformano in tubini od anche sovragonne che volano via quando si scatena la festa rivelando gonne corte in stile anni 50. In questo caso siate molto attente ad un accessorio che io adoro, le scarpe: saranno in bella vista e devono essere assolutamente protagoniste.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.