Giorgio Panariello arriva a San Remo

ATTORE COMICO ED ORA ANCHE DRAMMATICO E FORSE ANCHE UN RITORNO A SANREMO

0
150

ll comico da sempre è portato al drammatico, ha dentro la tragicità” parole di Giorgio Panariello tornato al cinema per interpretare un ruvido poliziotto nel film “Uno per tutti” di Mimmo Calopresti. Un inedito ruolo drammatico per l’attore comico toscano che, reduce dal successo in televisione con lo show “Panariello sotto l’albero”, è protagonista di un noir coinvolgente che descrive i segreti più oscuri che legano tre amici di infanzia. Panariello ci parla del suo tempo libero che trascorre con Pieraccioni e Conti, gli amici di una vita, con i quali non parla mai di lavoro e ci racconta il suo personaggio distante dal veterinario che interpreta nella fiction “Tutti insieme all’improvviso” mentre il ricordo del fratello Franco, tragicamente scomparso quattro anni fa, è sempre vivo, così come il dolore.

Nel film che tipo di poliziotto interpreta?
Mi sono detto finalmente si spara, pensavo alle gazzelle, agli inseguimenti, più a una cosa in stile “True Detective” o “Gomorra”. In realtà ho interpretato il poliziotto vero, con tutti i suoi problemi del quotidiano, dalla difficoltà di arrivare a fine mese con un salario da fame e un figlio da mantenere, fino alla disorganizzazione nelle forze dell’ordine e i pochi mezzi per contrastare la criminalità, avendo comunque un senso fortissimo del dovere.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO