INTERVISTA A FLORA CONTRAFATTO

0
13

Bella, forte e determinata ma anche profondamente romantica e sognatrice. Flora Contrafatto, in esclusiva, si racconta intimamente, rivelando che…

Sei molto bella, quando ti guardi allo specchio, cosa vedi?
Non te lo so dire, una cosa un po’ incompleta, come se ancora dovesse uscire fuori qualcosa. La maggior parte delle persone guarda soprattutto l’aspetto fisico. Io invece, senza essere presuntuosa, so di avere tanto altro, cose che la gente ha sempre sottovalutato. Se prendo un 30 è perché sono bella, se non lo prendo è perché tanto c’è poco da aspettarsi perché, appunto, sono bella. Allo specchio, quindi, vedo questo, il fatto che ci sia molto altro e la speranza di riuscire a mostrarlo.
23 anni ma tante esperienze e sacrifici alle spalle, che donna pensi stai diventando?
Per via delle esperienze personali e lavorative mi ritengo cresciuta già da molto tempo. Credo di essere determinata perché, tra momenti alti e bassi, sono comunque sempre arrivata. Mi riconosco anche il carisma. Quando faccio le cose mi sembra di voler sempre arrivare a tutto, di voler prendere tutto.
Qualche rimpianto?
Tendo a non averne, mi sono resa conto che tutto succede per un motivo. Se non fossero andate così le cose poi non ne sarebbero successe altre. Cerco quindi di autoconvincermi a non averne.
Sei impegnata tra studio, recitazione, sceneggiatura, moda, conduzione, insegnamento della danza… c’è tempo per l’amore?
Per l’amore il tempo si trova sempre. Ho due genitori che, dopo 30 anni insieme, ne sono la prova anche se mi mettono l’asticella un po’ troppo alta con il loro esempio. Nelle relazioni, per fortuna, ho sempre dato e ricevuto tantissimo. Sono una persona romantica e molto dolce e, per tornare alla domanda iniziale, diciamo che in questo momento sono felice, mettiamola così!
Il sogno più romantico che hai?
Mi sono sempre vista mamma. Ho una sorella più piccola che ho desiderato tantissimo, che ho voluto, chiedendola ogni anno ai miei genitori, e che ho cresciuto, in un certo senso, come fosse mia figlia. Credo che sia lo scopo della vita ed è quello per cui penso di essere naturalmente portata. Sarà perché ho ricevuto molto amore, quindi… sento di volerlo dare a un’altra persona.

di Laura Farnesi

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.