Una donna in carriera può avere due personalità professionali. Ma sotto sotto restare sempre se stessa. E’ quello che capita a Eva Bolognesi, responsabile per la ricerca e la formazione di personale per conto di una grande azienda e al tempo stesso influencer di successo che conta decine di milgiaia di follower su Instagram.

Eva, che sul celebre portale social la si trova come @eva_labolofficial (https://www.instagram.com/eva_labolofficial/) ha cominciato qualche anno fa a promuovere sul suo profilo e in modo autonomo capi di abbigliamento e accessori. Fino a che, visti anche gli eccellenti risultati ottenuti, è stata contattata da moltissimi brand di moda e food e da quel momento ha spiccato il volo come influencer.

Il suo doppio lavoro di manager e di donna social non la spaventa, in quanto riesce a organizzarsi il tempo in maniera eccellente facendo convivere due tipi di professioni molto diversi ma che uniscono Eva Bolognesi sotto un comune denominatore: la passione.

<<Ho sempre avuto una grande passione per tutto quello che gira intorno alla moda – ha raccontato Eva Bolognesi – e mi affascina poter esprimere quotidianamente il mio stile. Sicuramente riuscire a conciliare due attività così distanti è tutt’altro che semplice, anche perché quando porto avanti un lavoro o un progetto cerco di farlo al meglio, sono una donna abituata a pianificare e questo mi aiuta, comunque in sintesi sfrutto i weekend e i miei momenti liberi dal lavoro in azienda per dedicarmi a creare i contenuti che vado poi a condividere settimanalmente sul mio Instagram>>.

Quello che è fondamentale comprendere, secondo la Bolognesi, sono le sostanziali differenze tra influencer donne e influencer uomini: <<Ritengo che una donna sia maggiormente versatile nel suo ruolo di influencer perchè può pubblicizzare molti più prodotti: dalle piastre per capelli, alla scarpa Chanel colorata fino ad arrivare ad una molteplicità di accessori. La donna come l’uomo può pubblicizzare hotel, fitness o food e poi c’è da dire che sicuramente la sua natura più esibizionista la porta ad essere molto presente sui canali social e scegliere di fare l’influencer come lavoro, mentre mediamente per l’uomo questa è una strada meno frequente>>.

Infine le vendite e-commerce secondo lei, che già da tempo sono la soluzione per molte ditte, dopo l’era Covid avranno maggiormente spazio nelle abitudini degli italiani: <<Già da diverso tempo molte aziende hanno spinto in questa direzione, cosa che ha avuto un fortissimo picco da marzo 2020 in poi, per quanto mi riguarda posso dire che moltissimi brand ma anche negozi mi stanno contattando per promuovere i loro prodotti per cercare di incrementare la loro attività. Tra l’altro non solo la moda è connessa alla vendita e-commerce ma anche il settore food>>.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.