MA GLI UOMINI SPOSANO LE ITALIANE?

LA TRASMISSIONE DI PAOLA PEREGO, CHIUSA, ERA SOLO LA PUNTA DI UN ICEBERG: HA FATTO EMERGERE PARERI DIVERSISSIMI, POSIZIONI POLITICHE, UMORISMO ITALICO E ALCUNI PARERI DECISAMENTE INTELLIGENTI DI ALCUNI VIP. FACCIAMO IL PUNTO

0
9

La cosa che ancora suscita più perplessità è che pare che l”elenco” che ha scatenato una bufera prima sui social, poi in Rai, fosse preso da un sito satirico… Di certo non è stato accolto come ironico però. Avrete capito già di cosa stiamo parlando, il “caso Perego” ha monopolizzato una intera settimana i social e ha portato allac hiusura del programma Parliamone sabato condotto appunto da Paola Perego.

Cos’è successo? Sabato 19 marzo, nel salotto della brava conduttrice si parla di donne dell’Est, ospiti il direttore di Novella 2000 Roberto Alessi, Marta Flavi e l’attore Fabio Testi. Ci rubano i mariti?, è la domanda rivolta agli ospiti in studio. A un certo punto viene mandato in onda un elenco di caratteristiche delle donne dell’Est in confronto con quelle italiane (che potete vedere per intero nella pagina). Immediatamente, si scatena l’inferno: i social insorgono, criticando tanto duramente questa uscita da costringere subito la presidente della Camera laura Boldrini a intervenire, e a ruota i vertici Rai.

Durissimo è l’intervento di Laura Boldrini: “E’ inaccettabile per una trasmissione del servizio pubblico descrivere una donna come fosse un animale domestico” ha detto a Radio Popolare la presidente della Camera, secondo cui “la lista di considerazioni fatte sabato scorso è talmente offensiva, per le donne in generale, per le donne dell’Est Europa e anche per gli uomini, da far emergere un quadro negativo e devastante per tutti”.

E nella tarda mattina di lunedì 20 marzo era intervenuta anche Monica Maggioni, presidente Rai: “Non ho visto la puntata, lo sto scoprendo dai siti. Quello che vedo è una rappresentazione surreale dell’Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile. Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna, mi scuso”.

Ma le scuse non bastano, parola del direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto: “È da mesi che lavoriamo per cambiare i contenuti del daytime, quella parte di televisione che più di tutte, proprio perchè si rivolge a un pubblico largo, deve essere coerente con l’identità del servizio pubblico. Un errore lo possiamo fare tutti. Ma sabato – afferma il dg – è successa una cosa enorme: se si arriva a rompere il patto di fiducia con i telespettatori e a dare una rappresentazione completamente inaccettabile delle donne, significa che nessun campanello d’allarme è suonato. Per questo il programma è stato cancellato”.

Non sospeso, cancellato.

Da tutti gli schieramenti politici hanno apprezzato la decisione di Campo Dall’Orto e il M5s ha chiesto di individuare i responsabili.

Ma intanto l’indignazione sui social non si ferma, il caso monta nonostante la chiusura del programma: migliaia e migliaiaia di italiani vogliono dire la loro, su Facebook, su Twitter. La polemica diventa virale. I commenti sono quasi tutti sullo stesso tenore, “vergogna”, “siamo indiganti e disgustati per come è stata trattata la donna”. Alcuni, pochi, danno invece ragione all’elenco della Perego: “sì è vero, sono delle rubamariti, vogliono solo prosciugare il conto corrente degli uomini italiani”. Come se non bastasse, il dibattito in studio ha preso una piega molto particolare, a cominciare da Fabio Testi che ha raccontato di un amico, fidanzato con una signora russa che per il compleanno del compagno lo ha portato a Mosca, in un bordello, ha scelto una ragazza e si sono divertiti insieme per tutta la notte: “Come fai a non innamorarti di una donna così, giustamente?”.  Ma l’attore insiste con un altro esempio decisamente poco elegante: “Se per caso l’uomo italiano ha qualche difficoltà nell’approccio finale con la donna, la brutta figura la fa l’uomo. Mentre se una donna russa vede che l’uomo non riesce a ottenere l’orgasmo, è lei che si sente in colpa. La femminilità esce in un altro modo”.

Poteva sembrare una leggerezza italiana, un caso nostrano e ‘provinciale’ e invece le polemiche su Perché fidanzarsi con una donna dell’Est – la scivolosa tematica affrontata a Parliamone Sabato che ha causato la chiusura immediata del programma – hanno raggiunto un’eco internazionale: la Bbc stessa infatti ha riportato la notizia con un articolo dal titolo “La tv di stato italiana cancella il talk show sessista”. Questa secondo BBC News è una delle vicende più ‘virali’ del momento a livello mondiale, insieme a una proposta di matrimonio avvenuta all’interno della Grande Moschea de La Mecca e la gaffe di un calciatore ghanese che in un’intervista ha ringraziato sia la moglie che la fidanzata. Ma la Bbc si sofferma con fare divertito anche sulle reazioni del mondo dei social, dalla parodia della lista (piuttosto spinta) sul “Perché fidanzarsi con un uomo italiano” al commento di un utente “Ti distrai un attimo e ti ritrovi nel 1950”.

 

LA NOSTRA INCHIESTA: CHE COSA NE PENSANO LE CELEB

LUDMILLA RADCHNKO.

Tutta questa situazione mi sembra assurda. non capisco come i politici italiani, con tutto quello che hanno da pensare, abbiano Alzato un polverone per una sciocchezza del genere. Sono stereotipi inaccettabili, quelli sulle donne russe e donne italiane. Non vi è alcuna differenza, tranne che nelle tradizioni, nella genetica, nella cultura. Sono contenta di aver rifiutato di partecipare alla trasmissione incriminata. Ho amicHe italiane che sono davvero gelose come quelle descritte nell’elenco assurdo, e amiche russe che lo sono altrettanto, come amiche italiane che lasciano tranquillo il proprio uomo e lo stesso della mia terra che rispettano certe regole, magari insegnate loro dalle mamme e nonne, per far andar bene un matrimonio. Davvero questa polemica mi interessa poco, come donna. Quanto agli uomini, anche qui, quegli italiani non sono diversi: tutti gli uomini sono un po’ maschilisti e amano la donna da “telecomandare”. Personalmente ci tengo a mantenere un equilibrio: essere femminista ma non troppo, ho a cuore il rapporto d’amore ma anche la mia identità, indipendenza, il diritto di lavorare e avere un rapporto alla pari nella coppia.

 

STEFANIA ORLANDO

Umanamente mi dispiace per la collega Paola Perego, non c’è stata malafede in lei, forse un po’ di leggerezza nel valutare un elenco che tra l’altro è stato preso da un sito satirico. Paola è sempre stata una donna amica delle donne. Semmai, penso che a peggiorare le cose sia stato il commento di Fabio Testi durante la trasmissione… Comunque posso confermare che molti uomini italiani sono spaventati dalla donna in carriera, non importa se dell’Est, italiana o altro, cercano un po’ la geisha. Le donne italiane non sono più solo dedite al focolare domestico e questo li spaventa, l’ho riscontrato purtroppo in passato con un uomo che benché avesse una posizione, fosse ricco, era infastidito quando al ristorante o in pubblico le persone mi davano attenzione. E addirittura mi trattava male. È un comportamento assurdo, un uomo dovrebbe essere fiero e rassicurato dal fatto che una donna autonoma (famosa, bella) lo scelga: il mio fidanzato, musicista, mi dice proprio questo: sono orgoglioso che tu mi abbia scelto. E che tu abbia la tua identità, la tua autonomia.

 

FABIO TESTI a La Zanzara.

“Bisognerebbe chiudere la Boldrini, chiudere il Parlamento. Ne sentiamo e ne vediamo di tutti i colori, ogni giorno”, afferma Testi. Poi il Testi-pensiero su cosa bisognerebbe fare per impedire il sorgere di frustrazioni tra gli uomini: “In questo supermercato dell’erotismo mancano i bordelli. E tanti complessi e tante strutture nella mente degli uomini nascono perchè non riescono a sfogare come vorrebbero. Quindi pago e mi diverto”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO