Mariana Rodriguez lontana dal mio Venezuela sono sola e più forte!

0
105
(KIKA) - MILANO - Il 2016 si preannuncia come l'anno di Mariana Rodriguez. La modella venezuelana è infatti la protagonista del maxicalendario 2016 di For men Magazine, presentato al Just Cavalli di Milano e già nelle edicole di tutta Italia. "L'esperienza del calendario è stata bellissima - ha raccontato la modella - Io ho un bel rapporto con il mio corpo e nuda mi sento a mio agio". Sul fatto di sentirsi a suo agio senza veli le crediamo sulla parola, considerando lo splendido abito indossato dalla Rodriguez al Just Cavalli: un lungo vestito nero con un apertura sui fianchi a far risaltare la mancanza di indumenti intimi. Milanese di adozione, la modella è arrivata in tv partecipando come concorrente alla seconda edizione di Pechino Express e successivamente nella trasmissione di Carlo Conti Si può fare. 

Incontriamo Mariana Rodriguez a San Valentino Torio, in provincia di Salerno, alla fiera “San Valentino Sposi” dedicata al matrimonio. Mariana, accompagnata l’organizzatore Mimmo Rinaldi, dal suo agente di zona Franco Lo Befalo, ha fatto il giro della fiera, incontrato le numerose persone accorse per incontrarla e ha concesso foto e selfie con tutti. Una felpina corta con cappuccio rosa confetto, jeans stretti e sandali gioiello alti, poco trucco e capelli sciolti sulle spalle, Mariana nella sua semplicità è di un fascino straordinario! Tanto da ammaliare tutti! Durante l’intervista ci ha mostrato il suo lato simpatico, ironico, ma anche la Mariana dura, che difende le sue posizioni.

 

Si parla molto delle nozze tra te e Filippo, ci racconti qualcosa?

E’ uscita questa notizia, ma non era assolutamente vero, io e Filippo non pensiamo assolutamente di sposarci. Tiriamo avanti, siamo ancora piccoli, pensiamo a goderci la vita e il nostro rapporto prima di fare un passo così importante. Anche perché forse è un po’ troppo presto dopo un anno e cinque mesi.

[L’intervista completa su EVA3000 n°52 in edicola]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO