Milly Carlucci alla ricerca dei nuovi talenti di “Ballando con le stelle 2017”

0
88
(KIKA) - ROMA - Diego Armando Maradona, Ronaldinho, Juan Sebastian Veron ma anche Francesco Totti, molti i fuoriclasse, di ieri e di oggi, che hanno risposto presente alla Partita della Pace voluta da Papa Francesco per raccogliere fondi in favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia.La partita finisce 4 a 3 per i bianchi con l’ex Pibe de Oro che ha incantato il pubblico dello Stadio Olimpico di Roma e s’è distinto per la classe cristallina che sempre l’ha contraddistinto. C’è stato spazio anche per alcuni diverbi, nonostante il clima amichevole del match. Proprio tra Maradona e il connazionale Juan Sebastian Veron si sono registrati alcuni affondi, sia in campo che fuori, con Maradona che non le ha mandate a dire all'ex compagno.

«L’occasione c’è per tutti, basta aver voglia e passione di ballare». Parole del “generale” Milly Carlucci che ha ufficialmente riaperto le danze. Con il talent show “Ballando on the Road” l’apprezzata conduttrice sta girando l’Italia per scoprire i nuovi talenti di tutte le specialità di ballo, di tutte le età, professionisti o semplici appassionati. E intanto continua a preparare la nuova edizione di “Ballando con le stelle” con tante novità e la probabile presenza dell’artista, e amico, Valerio Scanu.

 

“Ballando on the Road 2016”, un tour per cercare i prossimi Fred Astaire e Ginger Rogers. Come dovranno essere?

Stiamo cercando i nuovi talenti in due categorie diverse: da una parte in quella dei professionisti che potranno far parte del cast di “Ballando con le stelle” come maestri. Lo scorso anno Ornella Boccafoschi e  Sara Mardegan sono state prese da “Ballando on the road”.  Poi ci sono i dilettanti, quelli che ballano per passione che possono essere bambini, giovani, adulti e anzianissimi. Tutte le età vanno bene.

 

Che generi di balli selezionate?

Possono proporre stili diversi: dall’hip hop alla danza del ventre, ma anche generi che possano diventare delle attrazioni o dei momenti di spettacolo, anche da esempio per una prova speciale dei nostri maestri. Anzi invitiamo tutti a presentarsi mostrandoci cose che non facciamo normalmente.

 

Lo scorso anno avete trovato delle persone straordinarie?

Tante, come Giuseppe, il ragazzo di Napoli non udente che nella danza è riuscito ad esprimere questo suo mondo artistico che apparentemente poteva essere limitato dal suo handicap. Invece è diventato uno splendido ballerino, e tra l’altro ha vinto questo torneo. Oppure i due bimbi di Giuliano che dopo essere stati visti a “Ballando” sono stati scelti  per un programma a Los Angeles. Abbiamo lanciato due mini star!

 

Con quali effetti speciali i futuri talenti del ballo devono sorprendere la conduttrice, i maestri e i giudici del ballo?

Devono essere se stessi. Non devono stupire con tripli salti mortali. Ognuno ha la sua storia, il proprio percorso. Tra le varie coppie che si sono presentate mi ha colpito molto quella con due ultraottantenni che ballavano standard, ma con una complicità unica.

 

State valutando per “Ballando con le stelle” anche ospiti famosi stranieri. Chi avete sentito?

Stiamo facendo casting da tanti mesi. E come ogni anno stiamo contattando anche star all’estero ma spesso la realtà impedisce di inseguire i sogni.

 

Perché?

Ci scontriamo con l’aspetto economico, elemento fondamentale da prendere sempre in considerazione. Le limitazioni sono tante. All’estero non c’è la crisi come da noi. La star americana ragiona secondo il suo star system. Anche la concorrenza, come Canale 5, si permette dei nomi che noi, in Rai, non possiamo avere da anni.

 

Quali novità interesseranno la trasmissione? Che tipo di restyling subirà lo show?

“Ballando con le stelle 2017” non sarà una copia di quello che abbiamo fatto lo scorso anno, noi siamo sempre avanti, con una passo in più. Non ci fermiamo mai. Tra qualche settimana annunceremo anche una grande novità.

 

Riguardo la giuria sono stati confermati Selvaggia Lucarelli, Carolin Smith, Guillermo Mariotto e Ivan Zazzaroni. Mentre Fabio Canino sembra in bilico?

Sarà quella di sempre, squadra vincente non si cambia. Fabio Canino, a dispetto delle voci che sono circolate, rimarrà con noi. Farà parte della giuria della nuova edizione.

 

Si parlava anche di una new entry, come giudice, di Valerio Scanu. Potrebbe, invece, partecipare in altre vesti?

Valerio è un’artista che stimo moltissimo, oltre a d essere un grande amico. Mi farebbe molto piacere poterlo coinvolgere. Bisogna solo trovare le cose giuste per lui. E su questo ci stiamo lavorando.

 

Tra i concorrenti invece sono circolati, i nomi di Fabio Basile, medaglia d’oro nel judo a Rio, e della ginnasta Vanessa Ferrari. E’ vero?

Abbiamo e stiamo ancora incontrando tantissimi personaggi, anche degli sportivi. Ora stanno uscendo solo tanti nomi. Ci sono tante presunte conferme, ma per il momento nessun sì definitivo.

 

Perché le persone seguono il ballo e non si perdono una puntata del programma?

Amano noi e il ballo nel mondo. La danza appartiene al cuore e alla storia di tutti i popoli. E’ istintiva, “Ballando” non è un programma che nasce su un pretesto artificioso. Puoi anche non praticarlo, ma è piacevole da guardare e da immaginare.

 

Cosa determina il vostro successo negli anni?

Le storie dei protagonisti, spesso imprevedibile ed entusiasmanti. E’ il cast che crea la differenza ogni anno.

 

Teme l’arrivo di altri format come “Dance, Dance, Dance” che da dicembre andrà in onda su FoxLife?

C’è spazio per tutti. L’importante è non fare un copia e incolla. Dalle premesse mi sembra che “Dance, Dance, Dance” non sia un clone di “Ballando”. Non usa la formula della celebrità che balla con il professionista e quindi non si sovrappone a noi.

di Paola Medori

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO