No alla chirurgia senza anima e senza cervello!
Questo è l’appello del noto Dottor Simone Napoli, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica ai media. “Mi sono stancato di vedere volti tutti uguali, influencer che  sfoggiano labbra a volte informi e zigomi incuranti della legge di gravità. Noi medici abbiamo una missione nella vita, quella di mantenerci etici e professionali, lo abbiano promesso durante il giuramento di Ippocrate. Sposo appieno l’iniziativa di Dove in merito al ‘reverse selfie’: mi piace l’idea di riavvolgere il nastro e mostrare la bellezza di una giovane ragazza, senza filtri, senza trucco, senza medicina estetica. I media ci propongono bellezze (o bruttezze) identiche tra loro, volti e corpi apparentemente perfetti che paragonati alla realtà sono però completamente innaturali e irreali. Seni enormi che la schiena fa fatica a sostenere e lati b esagerati e volgari, questi gli standard richiesti. Colleghi, spesso famosi che pur di lavorare, danno vita ad avatar tutti uguali tra di loro, senza anima né personalità. Oramai vogliamo essere ciò che i filtri delle applicazioni social ci impongono di essere, facendoci sentire perfetti. Io non ci sto, non più. Medicina e chirurgia estetica sono materie serie ed entrambe vanno trattate da tali. Ci vogliono armonia, buon gusto e obiettività per poter essere un buon medico e un valore aggiunto per chi si approccia al cambiamento fisico. Bisogna essere capaci di dire di no agli eccessi, a ciò che va contro natura. Non si è belli se si assomiglia a Barbie o a Ken, loro sono di plastica, senza espressione, senza anima”.
A quali personaggi VIP e a quali colleghi noti e meno noti si riferisce il Dottore in questa sua dichiarazione? Alla boombastica Barbie per eccellenza? Al Ken italiano? Alla regina delle influencer che ama gli spritz e la wodka? Al medico estetico che trova il tempo tra un intervento e l’altro di essere ospite della casa più spiata d’Italia? Si parlerà di questo domani nella nuova puntata di “Buoni e cattivi” in diretta Instagram e tante saranno le sorprese per il pubblico.
Lorella Maselli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.